Storia

Nel 1972, su iniziativa di Giancarlo Bertelli, nasceva la Tipografia Bertelli, un azienda di stampa tipografica  che si occupava della produzione di stampati commerciali, utilizzando un Heidelberg Stella ed una Nebiolo Super Egeria.

Lo spostamento nell’attuale sede avvenne nel 1982 e nel nuovo spazio produttivo  venne inserita una Linotype, macchina per la creazione delle righe tipografiche. Nello stesso momento alle macchine tipografiche venne affiancata la prima macchina offset, una Sakurai Oliver

Questa innovazione portò l’azienda a rivolgersi per la prima volta al mercato giapponese per macchine da stampa offset monocolore di piccolo formato. Poco tempo dopo,  il formato di queste macchine risultò troppo limitante e ne venne così acquistata una bicolore di medio formato. Era la metà degli anni ottanta e il mercato in espansione richiedeva più velocità. Nel frattempo le macchine da stampa tipografiche venivano riconvertite per la nobilitazione degli stampati, con la stampa a rilievo a secco e numerazione.

Nei primi anni novanta Alessandra Bertelli fece la sua entrata in azienda e si occupò della creazione del primo reparto di prestampa moderno, con l’introduzione di computer Macintosch e della prima foto-unità. La ragione sociale diventa Lineagrafica Bertelli.

Alla fine degli anni novanta le macchine da stampa a due colori vennero sostituite da quelle a quattro colori, entrambe Komori della serie Lithrone.

All’inizio del nuovo millennio entrava in azienda Andrea Bertelli, che portò ad un progressivo riassetto organizzativo dell’azienda.

Nel 2001, primi tra le aziende di piccole e medie dimensioni, venne rinnovato completamente il reparto di prestampa con l’introduzione della stazione di montaggio digitale degli impianti attraverso i software Heidelberg Signastation, che sostituì il montaggio manuale delle pellicole, e con l’acquisto del primo CTP (Computer To Plate) Heidelberg Prosetter, un apparato con tecnologia laser che permette di incidere direttamente le matrici, eliminando la pellicola dal ciclo produttivo, consentendo un risparmio di tempo e consentendo un aumento della precisione e del controllo della qualità complessiva.

Negli anni successivi fino ad oggi le attrezzature ed i software sono stati costantemente aggiornati per mantenere e possibilmente aumentare la capacità dell’azienda di soddisfare le esigenze dei clienti.

Negli anni è stato introdotto un Sistema di Gestione per la Qualità orientato alla soddisfazione del cliente.

Share